di Leonardo Lugaresi

.

Il decreto del 3 giugno 2021, approvato in forma specifica dal papa, con cui il dicastero per i laici ha imposto stringenti limiti temporali ai mandati di governo delle associazioni e dei movimenti riconosciuti dalla Santa Sede e ha richiesto che venga garantita la partecipazione attiva di tutti i membri alle procedure di elezione dei loro capi, pare destinato a incidere in modo rilevante sulla vita e sulla natura stessa di molte di quelle realtà, che nell’ultimo mezzo secolo hanno giocato un ruolo così notevole nel panorama ecclesiale.

Praise the Lord

Read the Whole Article at http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/